Astrologia Previsionale - Astrologia oraria, elettiva, classica e Magia Astrologica

L'INTERPRETAZIONETECNICHE PREVISIONALILEZIONI DI MAGIA ASTROLOGICAMAGIA VERDENUOVI SAGGIorariaelettivaorafinanzORARIA AVANZATA (2)macrocosmotarocchificinotarocchidimoremagia e teurgiafinanziariamondialepietreRAGGILIBRO DECANILIBRO STELLEbeheniane
TUTTI I LIBRI POSSONO ESSERE ACQUISTATI QUI CON SCONTO 25% http://www.lulu.com/spotlight/Astrologo?searchTerms=&pageOffset=1
OPPURE SU AMAZON E GLI ALTRI RIVENDITORI ON-LINE

​Articolo pubblicato nella rivista Linguaggio Astrale, numero della primavera 2017. La tecnica qui presentata è esposta in maniera più dettagliata nel mio libro “Nuovi saggi di astrologia. I legami di simpatia tra Cielo e Terra e il loro impiego in astrologia elettiva, oraria e genetliaca”

COME PREVEDERE L’ESITO DELLE ELEZIONI DALLA CARTA DI EVENTO DELL’APERTURA DEI SEGGI


Un metodo per prevedere l’esito delle consultazioni elettorali basato sull’analisi della carta eretta per il momento di inizio delle elezioni.


Oggetto di questo studio è la carta di evento eretta per il momento di apertura delle urne e domificata per la capitale della nazione. In caso elezioni regionali o comunali si domificherà rispettivamente per il capoluogo di regione e per il comune stesso.

La prima cosa da fare è individuare i significatori dei due principali sfidanti (candidati, partiti o coalizioni che siano). A tal fine bisogna considerare non soltanto il tipo di idea politica di cui sono promotori, ma anche altri fattori caratterizzanti, come per esempio il nome stesso del partito, l’aspetto fisico del candidato, il tipo di professione che svolge, i principali temi della sua campagna elettorale. Ciò che conta è che si tratti di fattori che più caratterizzano la persona o il partito (o coalizione).

Veniamo dunque ai principali elementi che indicano la vittoria, tenendo presente che in alcuni sistemi elettorali è più rilevante il partito o coalizione, in altri il candidato.

A tal fine dobbiamo considerare che i significatori dell’elettorato sono la Luna e il signore dell’Asc, mentre i significatori della vittoria sono il Mc e il suo signore. La prima cosa da fare è individuare il primo aspetto applicativo della Luna e di questi altri significatori: in altre parole, vince il candidato rappresentato dal pianeta che perfeziona per primo un aspetto con la Luna, con il signore dell’Asc o con il signore del Mc.

In caso di indicazioni contrastanti bisogna dare la prevalenza all’aspetto che coinvolge il miglior significatore naturale di un candidato, oppure all’aspetto più forte (per esempio in virtù dell’angolarità e delle dignità essenziali e accidentali dei pianeti che lo formano).

Ma la vittoria può essere indicata anche dalla mutua ricezione tra il significatore del candidato e uno di questi pianeti, soprattutto se uno dei due si trova alla fine o inizio di un segno, e quindi stia entrando o sia entrato proprio allora in questa mutua ricezione. Oppure può essere indicata dal fatto che un significatore stia entrando o sia appena entrato nella decima casa per moto zodiacale (probabilmente, in caso di orbita molto stretta, è rilevante anche l’applicazione al Mc per moto diurno)[1]. O ancora dall’applicazione del significatore di un candidato, partito o coalizione a un pianeta in esaltazione, specialmente se quest’ultimo si trova in decima casa, o anche dall’imminente ingresso nel segno della sua propria esaltazione. In base all’esperienza che ho potuto raccogliere è difficile dire se queste considerazioni valgano anche per il domicilio. Di per sé il domicilio è una dignità essenziale più potente dell’esaltazione, ma in questo tipo di carte l’esaltazione sembra essere più significativa del domicilio, così come la caduta sembra essere peggiore dell’esilio. Del resto questo vale anche nel caso delle gare sportive e delle quotazioni di titoli finanziari, in quanto si tratta di un simbolico “innalzarsi”.

Se il significatore di uno dei due principali sfidanti sta entrando nell’esilio o caduta del signore del Mc, si tratta di un forte segno negativo, che è ancor più decisivo se tra questi due pianeti vi è un reciproco esilio-caduta. Lo stesso vale se la Luna al momento dell’apertura delle urne sta entrando proprio nell’esilio o caduta di uno dei due significatori,

come accade quando è a 0° di quel segno o a 29° del segno precedente, mentre se già si trova in esso (fosse anche solo a 1°) la cosa non ha grande rilevanza.


Bisogna dunque considerare il primo aspetto applicativo perfezionato dalla Luna (e/o dal signore dell’Asc e del Mc); eventuali aspetti successivi possono tutt’al più indicare i candidati che arriveranno secondi, terzi ecc…Ma vi consiglio di limitarvi alla previsione della forza politica e del candidato che vinceranno le elezioni, perché più si pretende di entrare nei dettagli, più il rischio di errore aumenta.

Ricordate di considerare sempre anche le strette applicazioni per parallelo di declinazione.

Se vi è un candidato o coalizione largamente favorito nei sondaggi, la Luna che gira a vuoto può confermare che vincerà, soprattutto se la Luna si separa direttamente proprio da un pianeta che è un buon significatore di quel candidato o forza politica (quasi a indicare che la scelta è già stata fatta). Ma si tratta di un segno di per sé non decisivo, se altri fattori della carta indicano con chiarezza il contrario. Per esempio, se il contesto della carta lo conferma e il premier uscente si è ricandidato, la corsa a vuoto della Luna può anche indicare che non cambierà a nulla, e che quindi sarà riconfermato il vecchio premier.

Dunque dal punto di vista pratico la cosa migliore da fare è chiedersi quale dei due principali sfidanti sia meglio rappresentato dal pianeta che nella carta fa una di queste cose promettenti. Non è infatti detto che la scelta dei significatori debba precedere l’esame della carta: meglio osservare prima cosa la carta suggerisce, e poi chiedersi quale delle due coalizioni o candidati sia meglio rappresentato dal pianeta vincitore. Questo significa lasciar parlare la carta invece di sovrapporre ad essa schemi precostituiti più o me o rigidi, e vi assicuro che procedere in tal modo consente di semplificare notevolmente il lavoro interpretativo.


A questo punto non ci resta che esporre i principali criteri da seguire nella scelta dei significatori. Per capire quali sono i fattori più rilevanti da considerare occorre anche assumere informazioni sul tipo di sistema elettorale (si privilegia la figura del candidato o i partiti?) e sulle caratteristiche dei candidati e delle loro proposte. Di certo nelle elezioni regionali o comunali la persona del candidato governatore o sindaco è assai più importante della natura politica della coalizione che lo sostiene, mentre nelle elezioni politiche dovremo prestare attenzione ad entrambi i fattori, perché ci sono anche casi in cui il pianeta che fa le cose rilevanti rappresenta bene le idee politiche del candidato premier, oltre che la sua persona. Questi due aspetti, infatti, spesso non sono nettamente distinguibili.

Dal punto di vista delle idee politiche la Luna, Mercurio e Venere rappresentano meglio le forze di centrosinistra: il loro moto veloce, infatti, li rende più affini ai “progressisti” che ai conservatori, e anche i loro significati naturali sono più affini a tematiche quali l’ecologismo, la giustizia sociale e i diritti civili. Ma si tratta soltanto di indicazioni di massima che devono sempre essere calate nel contesto concreto, anche perché non di rado i pianeti rappresentano più i candidati che i partiti. Non ci sarebbe da meravigliarsi, dunque, se uno scrittore o una donna esponenti della destra fossero rappresentati rispettivamente da Mercurio e da Venere…Si tratta di questioni che possono essere risolte soltanto alla luce del contesto concreto, sia astrologico che di fatto.

Quanto a Giove e Saturno, di solito rappresentano i Conservatori. Più ambiguo il ruolo del Sole e di Marte: quest’ultimo tende a rappresentare forze estremiste, di destra o sinistra che siano. Il Sole invece non è legato a particolari idee politiche, quindi è un significatore dei partiti che meglio ne incarnano le caratteristiche anche dal punto di vista fisico (persone alte, bionde, dalla folta capigliatura), o magari nel simbolo o nel nome stesso. Di solito Saturno rappresenta i conservatori con tendenze reazionarie e/o autoritarie, mentre Giove è più affine ai moderati, soprattutto a quelli di ispirazione religiosa.

Ma è chiaro che se si tratta di elezioni regionali e il candidato è un ex magistrato, magari per giunta corpulento, Giove verrà in ballo soprattutto per questo suo significato, visto anche che queste elezioni, più che sui partiti, sono fortemente incentrate sulle persone dei candidati alla carica di governatore. È il caso per esempio delle elezioni regionali pugliesi del 2015, in cui la Luna-elettorato in applicazione a Giove ha favorito la vittoria di Emiliano, che è appunto un ex magistrato dalla corporatura robusta e, per così dire, tipicamente gioviale anch’essa. Il fatto che fosse sostenuto da una coalizione di centro-sinistra era un fattore decisamente meno caratterizzante, anche perché il vero scopo della previsione era individuare il nuovo governatore, e non il partito che prendeva più voti.

Se uno dei candidati è una donna, è sempre bene prestare attenzione ai pianeti femminili, soprattutto a Venere, che non di rado si rivelano più significativi di altri pianeti; in alternativa, e solo qualora dovesse rappresentare meglio la persona e le sue proposte politiche, potremmo considerare un pianeta che si trova in un segno femminile.

Poiché la Luna (significatore dell’elettorato) può rappresentare anche una forza politica (solitamente di centrosinistra, ma bisogna fare attenzione perché vi sono casi in cui questi due significati coesistono nella stessa carta, nel qual caso ovviamente l’eventuale vittoria di questa forza politica sarà indicata da uno degli altri aspetti di cui abbiamo detto).

Né va dimenticato che qualora il simbolo di un partito o coalizione sia molto caratteristico, può assumere una certa importanza nella scelta dei significatori, come vedremo meglio tra un po’ a proposito dell’Ulivo. In astrologia, infatti, i simboli assumono spesso un rilievo molto letterale, e tutto ciò grazie a quel meccanismo di attrazione “per simpatia” che abbiamo più volte descritto in altra sede, e che acquista un rilievo particolare nelle carte di evento. Ecco perché identificare i significatori rappresenta un esercizio molto utile per comprendere come funzionano le carte di evento: esso ci insegna a ricondurre il Macrocosmo e i suoi Archetipi al microcosmo della situazione oggetto di analisi, abituandoci così a stabilire una rete di corrispondenze che si rivela molto utile anche in sede elettiva. In base a questo meccanismo di attrazione “per simpatia” le caratteristiche più rilevanti di ciascuna cosa o persona protagonisti di un evento terrestre che si svolge in un certo momento attraggono un certo pianeta, il quale diventa così il significatore di quella certa cosa. E in questo bisogna tener conto anche della natura del segno in cui si trova, delle sue mutue ricezioni e dignità, ed eventualmente anche degli aspetti stretti…

Va aggiunto che non è neanche sempre necessario individuare un significatore per entrambi i principali sfidanti: se vi è un pianeta che fa qualcosa indicante vittoria e che rappresenta molto bene uno dei due, non abbiamo bisogno di nient’altro per poter prevedere la sua vittoria.

Né vanno dimenticate le antisce: così come accade nei referendum, anche in questo caso la volontà del popolo si esprime nel segreto delle urne, quindi si presta bene ad essere rappresentata anche da un’applicazione per antiscia. Ai fini pratici ha scarsa importanza distinguere tra antisce e controantisce, visto che gli effetti sono molto simili.

Ho più volte verificato che la Luna-popolo può far vincere il partito o candidato rappresentato dal pianeta al quale si applica per qualsiasi tipo di aspetto, compresa l’opposizione. Ma in quest’ultimo caso è un segno molto più debole e richiede la conferma di altri fattori della carta.

Chi è interessato ad approfondire l’argomento troverà più ampie spiegazioni in un mio libro di recente pubblicazione dal titolo: “Nuovi saggi di astrologia. I legami di simpatia tra Cielo e Terra e il loro impiego in astrologia elettiva, oraria e genetliaca”[2], nel quale tra i molti altri argomenti è illustrata anche una tecnica per la previsione dei risultati dei referendum.


Elezioni politiche italiane del 1994



L'INTERPRETAZIONETECNICHE PREVISIONALILEZIONI DI MAGIA ASTROLOGICAMAGIA VERDENUOVI SAGGIorariaelettivaorafinanzORARIA AVANZATA (2)macrocosmotarocchificinotarocchidimoremagia e teurgiafinanziariamondialepietreraggi

Per informazioni su corsi, nuove pubblicazioni, convegni, articoli ecc, iscrivetevi alla newsletter

elezioni1

Silvio Berlusconi è senz’altro rappresentato da Giove (v. grafico alla pagina seguente), sia in quanto uomo molto ricco, sia in quanto leader di una coalizione di moderati…e aggiungerei anche per i suoi slogan molto ottimistici e improntati sostanzialmente a idee come “meno tasse e più lavoro e ricchezza per tutti”.
Il principale sfidante era Achille Occhetto a capo di una coalizione di centrosinistra.

Il trigono applicativo tra Giove e Saturno (signore del Mc) indica chiaramente la vittoria di Berlusconi. Dobbiamo però anche verificare se nella carta non ci siano altri e più forti fattori che possano indicare il contrario.
Sappiamo per esempio che il signore dell’Asc rappresenta l’elettorato. In questo caso si tratta di Marte, e Marte è in mutua ricezione con Giove, confermando così l’orientamento pro-Cavaliere. E poiché l’Asc è in un grado critico , dobbiamo essere aperti all’idea che ad un altro livello di giudizio il signore del segno appena sorto e di quello che sta per sorgere possono rappresentare anche le due principali coalizioni, nel qual caso Marte rappresenta il centrodestra (essendo appunto in mutua ricezione con Giove-Berlusconi) e Venere il centrosinistra, anche perché si trova in una dignità di Marte (all’epoca il simbolo della falce e martello era ancora presente nel simbolo del principale partito della sinistra). Certo è che qui Venere è in esilio in dodicesima casa e non fa nulla di significativo…Dati questi fattori molto significativi, diventa irrilevante anche chiedersi cosa rappresenta il Sole, al quale la Luna si applica per opposizione.


Elezioni politiche italiane del 2008


elezioni2

La sfida era tra Walter Veltroni (a capo di una coalizione di centrosinistra formata soltanto da PD e Italia dei Valori) e i moderati di Silvio Berlusconi (Popolo della Libertà). Il governo uscente era di centrosinistra e i sondaggi davano per favorito il centrodestra, che infatti vinse con larga maggioranza.

La Luna è nell’esaltazione di Giove e si applica a Giove per antiparallelo di declinazione. Inoltre la Luna corre a vuoto, cosa che di solito avvantaggia coloro che sono favoriti nei sondaggi. Giove è in mutua ricezione con Marte, e Marte e Giove sono proprio i pianeti ai quali si applica Venere signora dell’Asc (altro significatore degli elettori). Né deve trarre in inganno il fatto che Giove e Marte sono nella loro caduta, perché in questo tipo di giudizi le dignità non hanno alcuna importanza, a meno che il significatore non stia per cambiando segno (e quindi eventualmente anche le sue dignità) proprio in quel momento.

In questo quadro non è essenziale individuare anche un significatore di Veltroni e del PD. Ma visto che l’Ulivo non esisteva più e che Veltroni è anche un giornalista, scrittore e regista, è Mercurio il suo più probabile significatore. E qui Mercurio è combusto e in caduta nella dodicesima casa, non si configura a Saturno signore del Mc, né presenta significativi contatti con i due significatori degli elettori (la Luna e Venere).


Elezioni politiche tedesche del 2013

elezioni3

Angela Merkel, leader del CDU (un partito centrista simile alla nostra vecchia Democrazia Cristiana), fu riconfermata premier con una larga maggioranza di voti contro il principale sfidante del partito socialdemocratico. Il grafico è riportato qui sotto.

Un possibile elemento di ambiguità presente nella carta è il fatto che Venere è sia un probabile significatore naturale di un candidato di sesso femminile che signora dell’Asc, e quindi possibile significatore dell’elettorato.

Proviamo prima a considerare Venere come significatore della Merkel. In questo caso la sua applicazione al trigono di Giove che è in esaltazione al Mc indica senz’altro la sua vittoria. È evidente infatti che qui Giove in esaltazione al Mc è di gran lungo più significativo della Luna signora del Mc come significatore della vittoria, anche perché questo ci consente di mantenere la Luna come significatore dell’elettorato.

Se invece consideriamo Venere come rappresentativa degli elettori in virtù del suo governo sull’Asc, il suo trigono con Giove (significatore naturale dei partiti moderati di ispirazione religiosa) ci porta alle stesse conclusioni, visto anche che la decima casa rappresenta la vittoria e che l’esaltazione è la dignità più significativa in questi casi: vinceranno i moderati, cioè il partito della Merkel, anche perché in questo caso Giove in un segno femminile può ben diventare un significatore della donna candidata premier dei moderati.

Quanto alla Luna-elettorato, è nel domicilio di Venere e si applica a Venere stessa per opposizione, ma prima perfezionerà un’opposizione con Saturno. Il punto è che Saturno non è affatto un buon significatore del principale sfidante della Merkel, cioè Steinbruck. E questo non soltanto perché costui è un leader progressista, ma anche perché le sue proposte erano meno “rigorose” di quelle della Merkel nelle questioni di bilancio; e a rendere Steinbruck assai poco saturnino contribuiscono anche la sua corporatura massiccia, la sua retorica esuberante e il suo stile diretto e spesso poco diplomatico.

Quindi il fatto che la Luna si applica prima a Saturno non può impedire la vittoria indicata dalla sua successiva applicazione a Venere, e soprattutto dal trigono Venere-Giove, che in questo caso è senz’altro il segno più forte presente nella carta, anche a causa dell’angolarità di Giove nella sua esaltazione e proprio nell’angolo che rappresenta le vittorie e il governo. Quando ci sono indizi apparentemente contrastanti, bisogna sempre accordare la prevalenza a quello più forte.

Né va dimenticato che le configurazioni celesti in se stesse considerate sono importanti nelle elezioni quasi come nei referendum, e dunque il fatto che le elezioni tedesche si sono tenute proprio mentre si perfezionava un trigono celeste Venere-Giove non poteva che aiutare il candidato di sesso femminile, peraltro già favorito nei sondaggi.



                                                 BIBLIOGRAFIA

Sul mio sito (www.astrologiaprevisionale.net) potete leggere un’analisi (condotta con questo metodo) delle ultime elezioni presidenziali americane. Si noterà l’importanza decisiva delle mutue ricezioni anche per la scelta dei significatori.

Albano, Giacomo: Trattato di Astrologia Oraria Tradizionale

Albano, Giacomo:  “Astrologia Oraria Avanzata”, ediz. Youcanprint e Lulu, 2014

Albano, Giacomo “Nuovi saggi di astrologia. I legami di simpatia tra Cielo e Terra e il loro impiego in astrologia elettiva, oraria e genetliaca”

Frawley, John: “The horary textbook”, Apprentice books


Questa tecnica previsionale è esposta in modo molto più completo nel mio libro  “Nuovi saggi di astrologia. I legami di simpatia tra Cielo e Terra e il loro impiego in astrologia elettiva, oraria e genetliaca” che può essere acquistato qui oppure su Amazon e tutti gli altri rivenditori on-line. 

TUTTI I LIBRI POSSONO ESSERE ACQUISTATI QUI CON SCONTO 25% http://www.lulu.com/spotlight/Astrologo?searchTerms=&pageOffset=1
OPPURE SU AMAZON E GLI ALTRI RIVENDITORI ON-LINE
L'INTERPRETAZIONETECNICHE PREVISIONALILEZIONI DI MAGIA ASTROLOGICAMAGIA VERDENUOVI SAGGIorariaelettivaorafinanzORARIA AVANZATA (2)macrocosmotarocchificinotarocchidimoremagia e teurgiafinanziariamondialepietreraggi

Per informazioni su corsi, nuove pubblicazioni, convegni, articoli ecc, iscrivetevi alla newsletter

Web agency - Creazione siti web Catania