Astrologia Previsionale - Astrologia oraria, elettiva, classica e Magia Astrologica

L'INTERPRETAZIONETECNICHE PREVISIONALILEZIONI DI MAGIA ASTROLOGICAMAGIA VERDENUOVI SAGGIorariaelettivaorafinanzORARIA AVANZATA (2)macrocosmotarocchificinotarocchidimoremagia e teurgiafinanziariamondialepietreRAGGILIBRO DECANILIBRO STELLEbeheniane

Questo articolo è stato pubblicato nel numero autunnale del 2017 della rivista "Linguaggio Astrale" ed è tratto dal mio libro "Nuovi saggi di Astrologia. I legami di "simpatia" tra Cielo e Terra e il loro impiego in astrologia elettiva, oraria e genetliaca”. Qui potete leggere una presentazione del libro e l'indice.



PREVEDERE L’ESITO DEI REFERENDUM DALLA CARTA DI APERTURA DEI SEGGI

In che modo la carta di apertura dei seggi può fornire utili indicazioni per congetturare in merito all’esito dei referendum.


Così come per le elezioni politiche, anche in questo caso il vero movente delle mie ricerche non è tanto quello di imparare a far previsioni di dubbia utilità pratica, quanto quello di approfondire sempre di più lo studio delle meccaniche celesti nella loro correlazione con le vicende terrestri, con particolare riferimento all’analisi delle carte di evento, in quanto il loro funzionamento “oggettivo” e “impersonale”, è particolarmente interessante a tal fine.

Se dunque è vero che le tecniche usate per l’analisi di queste carte sono per lo più quelle dell’oraria, non è men vero che esse vanno applicate tenendo presente che qui non c’è una specifica domanda, e quindi l’interprete dovrà essere ancor più abile ad identificare i significatori e ciò che essi annunciano relativamente a quelle certe cose. Da questo deriva anche un’altra importante differenza rispetto all’astrologia oraria, e cioè la maggiore importanza che nelle carte di evento (e quindi anche in quelle elettive) i significatori naturali assumono rispetto a quelli accidentali.

In un articolo pubblicato nel numero della primavera 2017 di questa rivista mi sono occupato dell’analisi delle carte di evento erette per l’apertura dei seggi per la previsione dei risultati elettorali. In questa sede ci concentreremo invece sull’analisi di queste stesse carte per la previsione dell’esito dei referendum[1]. A seguito dello studio di molte di queste carte, ho identificato alcuni principi utili per interpretarle a fini previsionali:


1) La Luna è sempre l’astro più rilevante, in quanto rappresenta il popolo sovrano che va a votare

2) Oltre alla Luna è bene considerare il signore dell’Asc e/o un eventuale pianeta che si trovi vicino all’Asc, ancor più se ha dignità sul grado in questione. Anche questi pianeti, infatti, sono significatori del referendum e del suo esito, e quindi anche di coloro che vanno a votare e del modo in cui voteranno. Da un altro punto di vista – che però è strettamente legato a questo primo aspetto – questi pianeti rappresentano anche lo status quo (l’Asc è sempre anche il punto di partenza di qualcosa), e quindi ci interessa verificare se essi fanno qualcosa che indichi un cambiamento di questo status quo che vada nel senso indicato dalle proposte referendarie.

3) Se l’Asc indica la consultazione referendaria che inizia in quel momento e lo status quo della legislazione, il Disc indica la proposta di cambiamento e i suoi promotori. Ma in realtà (se è necessario il raggiungimento di un quorum, come da noi in Italia) un aspetto con il signore del Disc indica più il raggiungimento del quorum che l’approvazione della proposta; per comprendere se la proposta sarà approvata sono molto più importanti i fattori di cui diremo nei prossimi punti. Quindi se vi è un aspetto con il signore del Disc ma tutto il resto della carta indica il non gradimento del popolo per le proposte referendarie, di solito accade che il quorum viene raggiunto, ma le proposte non sono approvate.

Potremmo quindi anche dire che il Disc e il suo signore rappresentano i seggi elettorali stessi. Ciò significa che gli aspetti con i significatori dell’elettorato indicano la disponibilità o meno dell’elettorato a recarsi alle urne. A questo riguardo giova ricordare che anche in oraria nelle domande sulla convenienza di trasferirsi in un certo luogo, l’Asc rappresenta il luogo in cui ci si trova attualmente e il Disc il luogo in cui pensa di trasferirsi, essendo l’angolo opposto all’Asc.

Anche in questo caso occorre però elasticità mentale: il fatto che la Luna e/o il signore dell’Asc non siano in aspetto con il signore del Disc di per sé non indica automaticamente il mancato raggiungimento del quorum, anche perché in un contesto favorevole l’aspetto in questione può ben essere sostituito da un altro che conferma la vittoria dei referendari. L’importante, insomma, è che non vi sia evidente avversità tra i significatori dell’Asc e quelli del Disc.

4) E veniamo ora al punto centrale: per capire se il referendum sarà approvato è necessaria l’analisi delle configurazioni planetarie presenti al momento dell’inizio della consultazione, tenendo presenti in particolar modo i significati naturali dei pianeti e la natura dei segni in cui essi si trovano: la Luna (e in subordine i significatori dell’Asc) sono o non sono in segni che indicano gradimento per le proposte referendarie? Formano o non formano aspetti promettenti con i significatori naturali delle proposte referendarie? Per esempio il giorno del referendum sull’aborto (17 maggio 1981) la Luna era in Scorpione e per giunta in mutua ricezione con Marte, che è un significatore naturale dell’aborto…e infatti la proposta di coloro che volevano abrogare la legge sull’aborto non passò. Idem per il referendum sul divorzio (mutua ricezione della Luna-popolo con Marte, che è un significatore naturale anche del divorzio).

Se si vota contemporaneamente per più referendum ma ve n’è uno chiaramente più “trascinante” degli altri, possiamo anche limitarci a considerare la disposizione della Luna e dei significatori dell’Asc in relazione ai pianeti che meglio rappresentano l’oggetto del quesito o dei quesiti più “popolari”. Tutto questo al fine di non complicare troppo l’indagine, visto che di solito se un referendum viene approvato passano anche tutti gli altri.


5) Abbiamo parlato anche della natura dei segni in cui si trova la Luna (e in subordine il signore dell’Asc o un pianeta in prima e vicino all’Asc)[2]. Per esempio il 9 giugno del 1985 si tenne un referendum che proponeva di abolire il taglio dei punti alla scala mobile voluto dal Governo Craxi: ebbene, uno degli elementi che indicava il respingimento della proposta (e quindi il mantenimento del taglio) era proprio la collocazione della Luna-popolo in un segno mutilo[3]: il popolo gradiva il taglio, nel senso che la maggioranza degli elettori era favorevole a mantenerlo.

6) Fate particolare attenzione ai pianeti strettamente angolari che, come accade anche in oraria, danno spesso indicazioni decisive ai fini della risposta.

7) Molto significativi sono anche i pianeti che stanno per cambiare o hanno appena cambiato segno zodiacale (in particolare quelli a 29° o 0°), perché spesso il cambiamento di dignità e ricezioni è di fondamentale importanza per capire se la proposta referendaria sarà approvata o respinta. Per lo stesso motivo, come vedremo meglio tra un po’, di particolare importanza è l’Asc che si trova a 29° o 0° di un segno. Sappiamo che si tratta di un fattore che da un lato indica spesso un cambiamento, dall’altro può comportare deroghe ai normali principi sulla scelta dei significatori, cosa che accade spesso anche in questo caso[4]. Per esempio il signore del segno appena sorto potrebbe indicare la proposta referendaria e quello del segno che sta per sorgere l’elettorato, o viceversa: in questi casi una congiunzione o aspetto tra questi due pianeti indica accoglimento della proposta. 

8) Se si tratta di referendum abrogativi (gli unici ammessi in Italia) e siamo indecisi circa la scelta del significatore della proposta referendaria, un pianeta retrogrado dev’essere preferito a uno che ha moto diretto, in quanto in questo contesto la retrogradazione indica un “tornare indietro” rispetto a una legge già in vigore, cioè appunto la sua abrogazione.

9) La Luna che gira a vuoto è un segno che depone per la mancata approvazione delle proposte dovuta al mancato raggiungimento del quorum. Ma di per sé non è un segno decisivo, perché talora può bastare un aspetto perfezionato all’inizio del segno successivo, specialmente se si perfeziona quando le operazioni di voto (incluso lo scrutinio delle schede) sono ancora in corso.

10) Non dimenticate mai di considerare le mutue ricezioni e il reciproco esilio/caduta tra due significatori. La mutua ricezione tra i significatori dell’elettorato e quelli delle proposte referendarie indica gradimento per queste, e ancor più se si tratta di una mutua ricezione che si sta creando proprio al momento dell’apertura dei seggi tramite il cambiamento di segno di un significatore. L’esatto opposto vale per il reciproco esilio/caduta. Poniamo per esempio che si tratti di un referendum sul divorzio, di cui Marte è un significatore naturale: se al momento dell’apertura dei seggi la Luna è o sta per entrare in Cancro (caduta di Marte) e Marte è in Capricorno (esilio della Luna) significa che il popolo si esprimerà in senso sfavorevole al divorzio. Ovviamente la cosa è ancor più certa se tra i due pianeti non ci sono ricezioni minori né aspetti applicativi.

11) Nell’analisi delle configurazioni planetarie presenti nel giorno e ora di inizio della consultazione molto rilevanti sono anche i contatti per antiscia. La cosa non deve sorprendere, se solo si riflette sul fatto che sarà proprio nel segreto delle urne che si esprimeranno le intenzioni del popolo.

Trattandosi di carte di evento, non dimenticate di considerare sempre anche i paralleli di declinazione.

12) La cosa più difficile è stabilire se si raggiungerà o meno il quorum. Per fortuna è anche la meno importante, visto che ai fini pratici ciò che conta è prevedere se un referendum passerà o non passerà. In linea generale quando tra la Luna-elettorato (e/o il signore dell’Asc) e il signore del Disc non vi è una totale assenza di relazioni ma al contempo esse sono troppo deboli per indicare approvazione, di solito significa che il quorum sarà raggiunto, ma senza alcuna garanzia circa il fatto che le proposte saranno approvate…quest’ultima risposta può essere desunta soltanto da un’analisi complessiva degli aspetti e ricezioni che interessano la Luna (e/o i significatori dell’Asc) e i significatori naturali dei quesiti referendari.

Ma il mancato raggiungimento del quorum indica di solito indifferenza o contrarietà alle proposte referendarie, quindi in molti casi è difficile distinguere questo caso da quello in cui esse saranno respinte tramite la partecipazione al voto.


Referendum sul divorzio

Il referendum era stato proposto dalla Democrazia Cristiana, ed era volto ad abrogare la legge Baslini-Fortuna che aveva introdotto il divorzio in Italia. Il quorum fu raggiunto ma, come tutti sappiamo, la proposta fu bocciata, perché la maggioranza degli elettori si espresse a favore del mantenimento della legge sul divorzio.

Notiamo innanzitutto il gioco delle mutue ricezioni che come sempre è molto significativo: la Luna-elettorato (che governa anche l’Asc) è in mutua ricezione con Marte che è un significatore naturale del divorzio, e il fatto stesso che Marte si trovi nella prima casa a pochi gradi dall’Asc favorisce il mantenimento dello status quo, cioè la conservazione della legge sul divorzio…soprattutto se consideriamo che Marte è in sestile partile-applicativo con Giove che si trova al Mc, e quindi anche con la Parte di Fortuna che è congiunta a Giove. Abbiamo dunque un’altra conferma dell’importanza che assumono aspetti e ricezioni formati dai significatori naturali dell’oggetto del referendum al momento dell’inizio della consultazione: il fatto stesso che quel giorno la Luna-elettorato era in mutua ricezione con Marte-divorzio e Marte era a sua volta in sestile partile con Giove favorivano senz’altro la vittoria delle tesi divorziste, e quindi la sconfitta della proposta abrogativa.






Tutti i libri possono essere acquistati qui con lo sconto del 25% oppure su Amazon e gli altri rivenditori on-line

L'INTERPRETAZIONETECNICHE PREVISIONALILEZIONI DI MAGIA ASTROLOGICAMAGIA VERDENUOVI SAGGIorariaelettivaorafinanzORARIA AVANZATA (2)macrocosmotarocchificinotarocchidimoremagia e teurgiafinanziariamondialepietreRAGGILIBRO DECANILIBRO STELLE

Ma come mai allora la Luna è in mutua ricezione anche con Saturno signore del Disc che rappresenta proprio la proposta abrogativa e i suoi promotori? A questo proposito abbiamo già avuto modo di notare che quando tra la Luna-elettorato (e/o il signore dell’Asc) e il signore del Disc non vi è una totale assenza di relazioni ma al contempo queste relazioni sono troppo deboli per indicare approvazione, di solito significa che il quorum sarà raggiunto, ma senza alcuna garanzia circa il fatto che le proposte saranno approvate…quest’ultima risposta può essere desunta soltanto da un’analisi complessiva degli aspetti e ricezioni che interessano la Luna (e/o i significatori dell’Asc) e i significatori naturali dei quesiti referendari. Qui per esempio la Luna è in mutua ricezione con Saturno, ma non forma aspetti con esso, e per giunta Saturno è in esilio e cadente nella sfortunata dodicesima casa…è chiaro quindi che prevale nettamente la mutua ricezione della Luna con Marte-divorzio che si trova proprio all’Asc in sestile partile con il culminante Giove.

Come abbiamo già visto, infatti, la presenza di qualche relazione con il signore del Disc indica che il popolo non diserterà le urne, ma non garantisce che le proposte saranno approvate.


Referendum sulla scala mobile

La scala mobile è uno strumento economico che serve per indicizzare automaticamente i salari in funzione degli aumenti dei prezzi. In Italia nel 1984 un decreto del governo Craxi tagliò 4 punti percentuale della scala mobile. Contro questo provvedimento il PCI propose un referendum abrogativo. Alle urne si recò il 77,9% degli aventi diritto, ma solo il 45% votò per l’abrogazione della norma, e quindi il taglio rimase.

La Luna nel segno mutilo dei Pesci indicava infatti che la maggioranza dell’elettorato era favorevole a mantenere il taglio. I promotori del referendum non a caso sono rappresentati dal retrogrado Saturno (la retrogradazione indica la loro proposta di tornare indietro ripristinando il vecchio meccanismo di indicizzazione).

Ma che dire allora del trigono applicativo Luna-Saturno? Esso si è limitato a favorire un’affluenza alle urne molto alta, ma a ben guardare l’aspetto è fuori della medietas delle orbite (quindi tecnicamente non sussistente al momento dell’apertura delle urne), e soprattutto è un caso di restituzione della luce sfavorevole[1], che si ha quando il pulsans (che qui è la Luna) si trova in una casa cadente (la nona) applicandosi a un pianeta retrogrado (Saturno, appunto): in questi casi il receptor (che qui è Saturno) restituisce la luce al pulsans, il quale, essendo cadente, è troppo debole per poter portare a compimento la cosa in questione. Anche in questo caso, quindi, la debole relazione tra la Luna-elettorato e il signore del Disc ha favorito il raggiungimento del quorum, ma per l’esito del referendum bisogna guardare altrove.

Della Luna in segno mutilo abbiamo già detto, e ora aggiungiamo che la sua mutua ricezione con Venere che si trova anch’essa in segno mutilo non fa che confermare il suddetto orientamento dell’elettorato. Del resto nel nuovo segno (l’Ariete) in cui entrerà dopo aver perfezionato il trigono con Saturno, la Luna sarà in mutua ricezione con Marte, significatore naturale dei “tagli”, il quale infatti sta a sua volta entrando nel domicilio della Luna.


Nozze gay in Irlanda

Gli irlandesi, com’è noto, hanno approvato a larga maggioranza la proposta referendaria volta a introdurre le nozze tra omosessuali nell’ordinamento giuridico della nazione.

Balza subito all’occhio l’Asc nell’ultimo grado dei Gemelli. L’Asc nell’ultimo o primo grado di un segno di per sé favorisce i cambiamenti, ma per poter formulare un giudizio dobbiamo prima chiederci che cosa rappresentano il signore del segno appena sorto (Mercurio) e quello del segno che sta per sorgere (la Luna).

Sappiamo che nell’analisi di questo tipo di carte di evento una particolare attenzione dev’essere prestata ai significatori naturali delle cose che sono oggetto dei quesiti referendari. Ebbene, Mercurio tra i sette pianeti tradizionali è il miglior significatore naturale degli omosessuali, e tra i segni zodiacali quello che meglio rappresenta i gay è proprio il segno dei Gemelli (che qui è all’Asc e ospita lo stesso Mercurio), trattandosi appunto di amori tra “uguali”. Quanto alla Luna, è sempre un significatore del popolo che va a votare. L’Asc in un grado “critico” vale dunque a creare un primo, promettente collegamento tra la Luna-popolo e Mercurio-gay, che però da solo non è certo sufficiente a garantire un esito positivo del referendum.

Abbiamo visto che a tal fine di grande importanza sono le configurazioni planetarie presenti al momento dell’apertura delle urne, soprattutto quelle tra la Luna e i significatori dei quesiti. Già il fatto che Mercurio sia forte nel suo domicilio è un segno promettente, sebbene certo non decisivo. Inoltre Mercurio si applica per moto retrogrado alla Luna antiscia, cosa che vale a creare un ulteriore legame tra i due pianeti, indicando che il popolo è ben disposto nei riguardi degli omosessuali, e quindi verso il quesito referendario. Ma forse ancor più significativa è l’applicazione di Venere a Mercurio antiscia, visto che Venere è un significatore naturale delle nozze…Non a caso questo contatto per antiscia si è perfezionato proprio mentre dallo scrutinio delle schede emergeva chiaramente la volontà del popolo irlandese.

Poiché nelle carte diurne la Triplicità di Acqua è governata da Venere, quella mattina la Luna-popolo era in mutua ricezione con Venere-nozze (Venere nel domicilio della Luna e la Luna nella triplicità e confini di Venere). Da tutto questo emerge chiaramente la volontà della Luna-popolo di accettare i matrimoni (Venere) tra omosessuali (Mercurio).

Secondo l’astrologia moderna un altro significatore naturale dei gay e dell’omosessualità è Urano, e quel giorno Urano era in stretto trigono applicativo con Giove, cosa che ha favorito ulteriormente il buon esito del referendum.



BIBLIOGRAFIA

Un più ampio saggio sui referendum è contenuto in un mio libro di recente pubblicazione dal titolo “Nuovi saggi di astrologia. I legami di “simpatia” tra Cielo e Terra e il loro impiego in astrologia oraria, elettiva e genetliaca”, ediz. Youcanprint, 2017.



divorzio
scalamobile
gay
Web agency - Creazione siti web Catania