Astrologia Previsionale - Astrologia oraria, elettiva, classica e Magia Astrologica

L'INTERPRETAZIONETECNICHE PREVISIONALILEZIONI DI MAGIA ASTROLOGICAMAGIA VERDENUOVI SAGGIorariaelettivaorafinanzORARIA AVANZATA (2)macrocosmotarocchificinotarocchidimoremagia e teurgiafinanziariamondialepietreRAGGILIBRO DECANILIBRO STELLEbeheniane
27/06/2015, 19:41

astrologia finanziaria, astrologia delle borse, congiunzione giove-saturno, previsioni finanza



IL-CICLO-GIOVE-SATURNO-E-LE-CRISI-FINANZIARIE


 Il rischio default greco e il quadrato Giove-Saturno anche in relazione alla congiunzione del 2000...



Gli enormi problemi che hanno caratterizzato lle trattative tra l’Eurogruppo e la Grecia (con la loro pesante ricaduta sulle Borse) si sono manifestati proprio mentre Giove quadra il grado della congiunzione Giove-Saturno del 2000 e per giunta si applica al quadrato con Saturno anche per transito celeste. Tutto questo conferma in pieno ciò che scrivevo nel mio libro “Astrologia delle Borse. Come prevedere l’andamento dei mercati finanziari con l’astrologia classica” riguardo all’importanza del ciclo Giove-Saturno in relazione agli eventi salienti della crisi economico-finanziaria che ha caratterizzato il periodo coperto dalla congiunzione del 2000. Per "ciclo" intendo sia i successivi aspetti formati dai due pianeti tra loro, sia i transiti sul grado della congiunzione.
La cosa dovrebbe fare riflettere anche chi contesta la domificazione per Greenwich come indicativa del trend "medio" delle Borse mondiali. Sta di fatto che essa ha funzionato perfettamente...al punto che applicando i principi da me esposti sarebbe stato facile prevedere i gravi problemi relativi a questi negoziati che dovevano concludersi proprio in concomitanza di due quadrati Giove-Saturno (uno di transito sulla carta della congiunzione, l’altro celeste). 
Si noti che il quadrato con la congiunzione del 2000 si è perfezionato proprio il giorno del referendum con la vittoria del NO, e che l’accordo è stato trovato soltanto quando Giove si è separato dal quadrato in questione...
Ecco quanto scrivevo riguardo alla rilevanza del ciclo Giove-Saturno, intendendo per tale non soltanto i successivi aspetti celesti formati dai due pianeti, ma anche i transiti sul grado della congiunzione. “Per esempio la (per fortuna) breve crisi del novembre 2010 dovuta all’allarme per il debito pubblico irlandese è scoppiata mentre Giove stazionava a 23 Pesci, cioè in stretto sestile della congiunzione. Ad ogni modo se Giove in quello stesso periodo avesse stazionato a 23 Toro (o Scorpione o Leone o Aquario) le cose sarebbero andate molto peggio.
Un altro esempio recente si è avuto nella primavera 2010, in occasione cioè dei ben più forti e duraturi ribassi dovuti all’allarme per il debito pubblico della Grecia. Non a caso il Novilunio di maggio è avvenuto proprio a 23° Toro, e durante il periodo della crisi i due pianeti erano anche in opposizione celeste tra loro.
Il 16 agosto 2008 è avvenuta un’eclisse lunare a circa 24 Leone, cioè in stretto quadrato al grado della Giove-Saturno del 2000. Il richiamo da parte di un’eclisse, ovviamente, è ancor più potente di quello operato da una normale sizigia. Si trattava infatti dell’annuncio della più grave crisi finanziaria dal 1929 in poi, che iniziò il mese successivo con il fallimento di Lehman&Brothers. Era insomma giunto il momento in cui si sarebbe verificato quel che la congiunzione Giove-Saturno aveva annunciato fin dal 2000. Ma non basta, perchè Plenilunio del 15 settembre 2008 (in perfetta coincidenza con il fallimento di Lehman&Brothers che fu dichiarato proprio il 15 settembre) è avvenuto tra 22 e 23 Vergine, cioè al trigono della Giove-Saturno del 2000…Ciò sembra confermare che bisogna fare attenzione anche ai richiami per trigono e per sestile…”


1

 

CONTATTI spica3213@gmail.com

 

 

 

Create a website