Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
L'INTERPRETAZIONETECNICHE PREVISIONALILEZIONI DI MAGIA ASTROLOGICAMAGIA VERDENUOVI SAGGIorariaelettivaorafinanzORARIA AVANZATA (2)macrocosmotarocchificinotarocchidimoremagia e teurgiafinanziariamondialepietreRAGGILIBRO DECANILIBRO STELLEbeheniane
17/08/2013, 22:15



IL-CROLLO-DELLA-BORSA-DI-TOKYO


 Il crollo della Borsa di Tokyo in concomitanza con il transito di Marte sul grado della congiunzione Giove-Saturno..



Il crollo della Borsa di Tokyo è avvenuto durante il transito di Marte a 23° Toro, cioè sul grado della congiunzione Giove-Saturno del 2000. Ciò è l’ennesima conferma di quanto affermo nel mio saggio “Astrologia delle Borse”, in cui dimostro che quasi sempre i momenti più critici per la finanza si sono accompagnati ai richiami della congiunzione Giove-Saturno del 2000 o della Giove-Plutone del 2007 ad opera di transiti, sizigie ed eclissi. Ciò vale anche per l’inizio stesso di questa crisi finanziaria di lungo periodo. Ecco cosa scrivevo a questo proposito: “il 16 agosto 2008 è avvenuta un’eclisse lunare a circa 24 Leone, cioè in stretto quadrato al grado della Giove-Saturno del 2000. Il richiamo da parte di un’eclisse, ovviamente, è ancor più potente di quello operato da una normale sizigia. Si trattava infatti dell’annuncio della più grave crisi finanziaria dal 1929 in poi, che iniziò il mese successivo con il fallimento di Lehman&Brothers. Era insomma giunto il momento in cui si sarebbe verificato quel che la congiunzione Giove-Saturno aveva annunciato fin dal 2000. Ma non basta. Infatti a settembre e ottobre 2008 (cioè proprio quando è scoppiata la crisi) Plutone stazionava a 28 Sagittario, cioè proprio sul grado della congiunzione Giove-Plutone del 2007. E infine il Plenilunio del 15 settembre 2008 (in perfetta coincidenza con il fallimento di Lehman&Brothers che fu dichiarato proprio il 15 settembre) è avvenuto tra 22 e 23 Vergine, cioè al trigono della Giove-Saturno del 2000…Ciò sembra confermare che bisogna fare attenzione anche ai richiami per trigono e per sestile, anche se indubbiamente gli altri due richiami hanno pesato molto di più”.
Da notare anche il transito di Marte al suo Nodo boreale, cioè il suo passaggio da una latitudine sud ad una nord. In “Astrologia delle Borse”, infatti, insisto anche sulla rilevanza del fattore latitudine, per quanto bisogna ammettere che non è ancora ben chiaro quando queste fasi “critiche” si accompagnano a forti rialzi e quando invece a forti ribassi. In ogni caso è  certo che in coincidenza di esse aumenta notevolmente la probabilità di estremizzazione dell’andamento dei mercati in senso fortemente rialzista o ribassista, o la tendenza a brusche inversioni di trend. In questo caso probabilmente l’effetto ribassista è stato dovuto al contemporaneo transito di Marte sul grado della congiunzione Giove-Saturno del 2000.





1
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
Create a website