Astrologia Previsionale - Astrologia oraria, elettiva, classica e Magia Astrologica

L'INTERPRETAZIONETECNICHE PREVISIONALILEZIONI DI MAGIA ASTROLOGICAMAGIA VERDENUOVI SAGGIorariaelettivaorafinanzORARIA AVANZATA (2)macrocosmotarocchificinotarocchidimoremagia e teurgiafinanziariamondialepietreRAGGILIBRO DECANILIBRO STELLEbeheniane

Per chi vuole approfondire la conoscenza dell’astrologia oraria al fine di specializzarsi nella materia:
G. ALBANO: TRATTATO DI ASTROLOGIA ORARIA TRADIZIONALE, YOUCANPRINT E LULU, 2012
Tutti i libri possono essere acquistati qui con lo sconto del 25%
http://www.lulu.com/spotlight/Astrologo
Chi è interessato può anche seguire il mio CORSO ON LINE DI ASTROLOGIA ORARIA TRADIZIONALE
http://www.astrologiaprevisionale.net/ita/corso-di-astrologia-oraria-classica

CORSO DI ASTROLOGIA ORARIA CLASSICA http://www.astrologiaprevisionale.net/ita/corso-di-astrologia-oraria-classica
CORSO DI ASTROLOGIA ELETTIVA CLASSICA http://www.astrologiaprevisionale.net/ita/corso-di-astrologia-elettiva-classica
CORSO DI MAGIA ASTROLOGICA E TALISMANI http://www.astrologiaprevisionale.net/ita/corso-di-magia-astrologica-e-talismani
CORSO DI GENETLIACA CLASSICA http://www.astrologiaprevisionale.net/ita/corso-di-astrologia-classica-linterpretazione-del-tema-natale-con-lastrologia-classica
CORSO DI TECNICHE PREVISIONALI http://www.astrologiaprevisionale.net/ita/corso-di-tecniche-previsionali


LA CADUTA DEI GOVERNI

sidebar_tarocchiNUOVI SAGGILEZIONI DI MAGIA ASTROLOGICAmondialeMAGIA VERDE

LA CADUTA DEL GOVERNO LETTA


Analizziamo la carta del giuramento del Governo Letta anche alla luce delle indicazioni che fornisco a questo riguardo nel “Trattato di astrologia oraria tradizionale”, e che ho tratto in gran parte dall’opera di Guido Bonatti, grande astrologo medioevale.

page_letta1
sidebar_tecnicheprevisionali
sidebar_mondiale

La debilità più distruttiva è, come sempre, la combustione: se il signore dell’Ac o quello del Mc sono combusti significa che il premier e il suo governo (o il re) cadranno prima della naturale conclusione del loro mandato. La cosa è ancor più certa (e accadrà prima) se la combustione avviene in una casa angolare, e ancor più se nei pressi della cuspide.
Secondo Guido Bonatti dobbiamo innanzitutto verificare se il Sole si applica a Marte o a Saturno e l’esatto grado in cui si perfeziona l’aspetto (quadrato o opposizione) o la congiunzione. (“Trattato di astrologia oraria tradizionale”, pp.225 ss)

In effetti il signore del Mc Marte è in esilio e combusto in decima casa. Inoltre il Sole-premier è qui in opposizione partile-separativa con Saturno. Il fatto che l’opposizione separativa vuol dir poco, perché sappiamo che gli aspetti partili-separativi anche in oraria hanno spesso gli stessi effetti degli aspetti applicativi. Quindi è un po’ come se il Sole si trovasse anche nella sfortunata condizione detta “assedio tra i malefici”, visto che si separa da Marte e si applica a Saturno.

…Inoltre per poter prevedere i tempi con maggior precisione è necessario considerare che i metodi per il timing possono essere molti, e possono e devono essere combinati tra loro così da individuare i momenti in cui si verificano più di una di questa condizioni significative. Si pensi per esempio all’importanza delle direzioni, delle progressioni e delle rivoluzioni solari (di cui parla lo stesso Bonatti e che in base alla mia esperienza sono molto efficaci anche se applicate alle carte di giuramento dei Governi), o al fatto che restano pur sempre valide anche le normali regole che si usano in oraria per datare gli eventi, e che quindi il numero di gradi che mancano al perfezionamento di un aspetto o all’ingresso nella combustione di un pianeta che si trova sotto i raggi possono sempre essere intese anche come unità di tempo simboliche, e quindi diventare giorni, settimane, mesi o anni. Si ricordi anche che il transito di un malefico in un angolo è sempre un elemento di rischio; ovviamente non sempre provoca la caduta del governo o del re, ma sempre porta problemi o periodi di crisi. (“Trattato di astrologia oraria tradizionale”, pp.225 ss)

Vediamo dunque in che modo era possibile desumere il timing della caduta del Governo dalla carta del giuramento. Essendo la combustione di Marte separativa, non possiamo considerare i gradi che gli mancano per entrare nella combustione. Ed essendo l’opposizione Sole-Saturno separativa, non possiamo neanche fare riferimento ai gradi che mancano al Sole per l’opposizione a Saturno. Voglio far notare che i migliori indicatori della caduta restano comunque i due malefici, quindi è soprattutto ad essi che dobbiamo guardare anche ai fini della datazione simbolica dell’evento. L’esperienza infatti insegna che nella carta (oraria o di evento che sia) c’è sempre qualche elemento della carta che indica il timing dell’evento. Notiamo che l’opposizione Marte-Saturno è applicativa, e che al suo perfezionamento mancano poco più di 2°. Si tratta di un aspetto molto significativo, in quanto coinvolge i due malefici e Marte, essendo signore del Mc, è un pianeta molto rilevante anche di per sé. Da un lato Marte ha un passo più veloce della media; dall’altro Saturno, essendo retrogrado, si applica a sua volta a Marte, cosa che, come sappiamo, in oraria vale a diminuire le unità di tempo simboliche del nostro timing: se ammettiamo che i 2° corrispondono a due anni, questi due fattori combinati possono far si che i due anni diventino anche meno di un anno, cioè appunto dieci mesi. Sappiamo anche che molto rilevanti ai fini della datazione degli eventi sono i pianeti angolari, e qui il pianeta più vicino ad un angolo è Mercurio; non è un pianeta molto rilevante in questa carta, ma certo il constatare che dista circa 10° dal Mc vale a rinforzare la nostra ipotesi.
Voglio anche far notare che in questo genere di carte molto pericoloso è il signore del Fc, in quanto si tratta dell’angolo opposto al Mc, e che in quanto tale si presta bene ad indicare la caduta di un Governo, anche perché già di per sé rappresenta “la fine delle cose”.
Nella carta del giuramento Venere governa il Fc ed è anche l’unico dispositore del tema e si applica a Cauda (Nodo lunare sud) con 1° di orbita, che possiamo un po’ ridurre, visto che Venere ha un passo un po’ superiore alla media: ulteriore conferma del fatto che il Governo cadrà in meno di un anno.
A questo riguardo è interessante notare la situazione celeste al momento delle dimissioni di Letta. Ecco la carta eretta per mezzogiorno del 14 febbraio (ma poteva anche essere eretta per il 13, visto che la direzione del PD ha decretato la fine del Governo Letta proprio quel giorno):


sidebar_orafinanz
sidebar_magiaeteurgia
sidebar_pietre
sidebar_linterpretazione
sidebar_oraria
sidebar_orariaavanzata2
page_letta2
sidebar_elettiva
sidebar_macrocosmo

LA CADUTA ANTICIPATA DEI GOVERNI

Ho provato ad applicare alla carta del giuramento del governo Monti le regole tradizionali dell’astrologia oraria, ottenendo risultati molto interessanti.
Innanzitutto riporto qui un estratto da una mia recentissima pubblicazione, “Il Trattato di astrologia oraria tradizionale”, in cui riassumo queste regole adattandole un po’ ai nostri giorni, e di seguito le applico alla carta in questione. Come vedremo, la loro applicazione avrebbe consentito non soltanto di prevedere la caduta anticipata del Governo, ma anche i suoi tempi.

Se un premier o un Governo resteranno in carica, e per quanto tempo
In questo caso è particolarmente utile esaminare la carta del giuramento del Governo o, se si tratta di un re, della sua incoronazione . Le regole tradizionali che sto per esporre sono state pensate proprio in riferimento alla carta dell’incoronazione del re.
La debilità più distruttiva è, come sempre, la combustione: se il signore dell’Ac o quello del Mc sono combusti significa che il premier e il suo governo (o il re) cadranno prima della naturale conclusione del loro mandato. La cosa è ancor più certa (e accadrà prima) se la combustione avviene in una casa angolare, e ancor più se nei pressi della cuspide.
Secondo Guido Bonatti dobbiamo innanzitutto verificare se il Sole si applica a Marte o a Saturno e l’esatto grado in cui si perfeziona l’aspetto (quadrato o opposizione) o la congiunzione: il governo cadrà quando il Sole giungerà alla congiunzione, quadrato o opposizione con questo grado; ciò non significa che il governo cadrà sempre al primo di questi transiti, ma soltanto che la sua caduta avverrà in concomitanza con uno di essi, e le probabilità sono molto maggiori quando il Sole transita in una casa angolare, in particolare la prima o la decima.
Inoltre per poter prevedere i tempi con maggior precisione è necessario considerare che i metodi per il timing possono essere molti, e possono e devono essere combinati tra loro così da individuare i momenti in cui si verificano più di una di questa condizioni significative. Si pensi per esempio all’importanza delle direzioni, delle progressioni e delle rivoluzioni solari (di cui parla lo stesso Bonatti e che in base alla mia esperienza sono molto efficaci anche se applicate alle carte di giuramento dei Governi), o al fatto che restano pur sempre valide anche le normali regole che si usano in oraria per datare gli eventi, e che quindi il numero di gradi che mancano al perfezionamento di un aspetto o all’ingresso nella combustione di un pianeta che si trova sotto i raggi possono sempre essere intese anche come unità di tempo simboliche, e quindi diventare giorni, settimane, mesi o anni. Si ricordi anche che il transito di un malefico in un angolo è sempre un elemento di rischio; ovviamente non sempre provoca la caduta del governo o del re, ma sempre porta problemi o periodi di crisi.
Se il Sole si applica a Giove la caduta può avvenire quando Saturno transita sul Sole per congiunzione, quadrato o opposizione. Se il Sole si applica a Venere i periodi a rischio sono quelli in cui Saturno o Marte transitano su Venere per congiunzione, quadrato o opposizione, anche se Bonatti sembra limitare l’applicazione di questo principio ai casi in cui Venere si trova nella nona o undicesima casa.
Se si tratta di una carta notturna il luminare del tempo è la Luna, e quindi è a questa che bisogna guardare. Se la Luna si applica a Marte o a Saturno i periodi a rischio sono quelli in cui il malefico in questione transita su uno degli angoli o sulla Luna per congiunzione, quadrato o opposizione. In ogni caso se la Luna si applica a un malefico (o anche a Mercurio, se malmesso) per aspetto disarmonico o se il signore dell’Ac e del Mc sono combusti in una casa angolare significa che il governo e il premier (o il re) cadranno prima del tempo, e spesso entro un anno.
Se vi è la concreta possibilità che il governo cada entro un anno dal suo insediamento e volete sapere quando ciò accadrà, considerate quando Marte o Saturno raggiungono per congiunzione, quadrato o opposizione il luogo in cui avviene la combustione, oppure trasformate in un tempo simbolico il numero di gradi che mancano al pianeta per entrare nella combustione, che come sappiamo inizia a 8°30’ di distanza dal Sole. Se la Luna si applica a un pianeta impedito (cioè afflitto dai malefici o combusto), si verifichi quanti gradi vi sono tra questo pianeta e il malefico che lo affligge; se si tratta di combustione, bisogna distinguere tra il caso in cui il pianeta è già combusto o è ancora sotto i raggi: se è già combusto secondo Bonatti bisogna considerare quanti gradi lo separano dalla congiunzione al Sole, se è sotto i raggi bisogna considerare quanti gradi lo separano dall’ingresso nella combustione. Per sapere quando avverrà la caduta si trasformino questi gradi in mesi. Ma se la Luna è ricevuta e si applica a un pianeta che la riceve e che non è afflitto è assai probabile che la caduta non avverrà entro l’anno, e lo stesso dicasi per i casi in cui si tratta di un regno destinato a durare per sempre o per un lungo periodo di tempo (in questo caso le unità di tempo che indicano la fine del regno potrebbero riferirsi ad anni anziché a mesi).
Bisogna anche considerare se nella prima o decima casa vi è un pianeta forte per dignità essenziale o perché un altro pianeta gli affida la sua disposizione. Se per esempio vi è un forte Giove in una di queste due case, bisogna aggiungere i suoi anni minori (cioè 12) al numero di gradi che separano il pianeta che riceve la disposizione della Luna dal malefico che lo affligge. E se Giove è invece debole, non si tratterà di anni, ma di mesi. Lo stesso vale se in prima o decima casa c’è un altro pianeta superiore, cioè Marte o Saturno.
Se invece in prima o decima casa vi sono il Sole, Venere o Mercurio, il principio appena esposto trova applicazione soltanto nel caso in cui il pianeta in questione governa l’Ac. Se Venere è molto debole può significare settimane, non mesi, e se si tratta di Mercurio potrebbe trattarsi perfino di giorni (sempre da aggiungere al numero risultante dal calcolo di cui sopra).
E veniamo infine alla Luna, che diventa rilevante se l’Ac è in Cancro. Se non è afflitta e si applica al suo dispositore o al signore dell’esaltazione del segno in cui si trova bisogna aggiungere 25 anni. Se è debole, si tratta invece di 25 mesi, e se è molto debole di 25 settimane. Se la Luna si applica a un pianeta combusto in uno degli angoli indica che il governo cadrà prima del tempo. Se invece si applica a un pianeta che poi viene a sua volta ricevuto da un altro pianeta il governo o il regno durerà tanti anni quanti sono gli anni minori di quest’ultimo, fermo restando che se il pianeta è in cattivo stato potrebbe trattarsi anche soltanto di mesi. Momenti critici si avranno quando Marte o Saturno transitano per congiunzione, quadrato o opposizione non soltanto sulla Luna, ma anche sul pianeta a cui la Luna si applica.
In ogni caso soltanto erigendo anno per anno la carta di rivoluzione solare è possibile verificare se il governo cadrà quell’anno. La carta dev’essere interpretata secondo i principi generali, prestando quindi particolare attenzione alla condizione del signore dell’Ac e del Mc sia radix che di RS e al signore della profezione dell’anno. L’esperienza insegna che bisogna prestare particolare attenzione all’asse Mc-Fc sia radix che di RS: spesso per esempio la carta di Rs dell’anno in cui avviene la caduta presenta il signore del Mc al Fc e/o il signore del Fc al Mc, o altre simili combinazioni. Se il signore della profezione annuale e i signori dell’Ac e del Mc radix e di Rs sono liberi da afflizioni il governo non cadrà quell’anno.
Riassumendo: se nella carta dell’insediamento la Luna si applica ad un pianeta che è afflitto, secondo Bonatti bisogna considerare il numero di gradi che separano questo pianeta dal malefico che lo affligge e sommare ad esso il numero degli anni minori del signore dell’Ac. Tuttavia, una volta individuato in tal modo l’anno pericoloso, lo stesso Bonatti afferma che bisogna sempre verificare se la relativa RS conferma la caduta. Il numero così ottenuto indica mesi se si tratta di un normale governo (la maggior parte delle costituzioni contemporanee stabilisce che la durata normale di un governo sia in media di 4 o 5 anni), ma anni se si tratta di un regno potenzialmente destinato a durare a vita.
Il pianeta della RS da cui possono ricavarsi le informazioni più importanti è il signore della profezione annuale. Per individuare i momenti critici dell’anno bisogna considerare quanti gradi lo separano da un aspetto o congiunzione a un malefico, oppure, se ne risulta un numero minore, quanti gradi separano un malefico dalla congiunzione o aspetto con lui.
Se si applica a un malefico bisogna considerare quanti gradi lo separano da quest’ultimo. Se i due pianeti sono angolari, ogni grado corrisponde tendenzialmente ad un mese; se sono in case succedenti, a una settimana; se cadenti, a un giorno. Per farsi un’idea della gravità dei problemi bisogna però sempre tener conto anche della condizione del signore dell’Ac sia radix che di Rs, e della Luna, che se sono in buono stato possono eliminare gran parte dei problemi. Parimenti, gli aspetti dei benefici al signore della profezione proteggono il governo e il suo capo, anche se gli eventuali impedimenti degli altri suddetti significatori possono diminuire questo bene.
Ovviamente non è di buon auspicio trovare il signore del Mc della Rs combusto, retrogrado o assediato dai malefici. Se invece è forte e libero da afflizioni indica la forza del governo e del suo capo, e ancor più se si tratta di un pianeta superiore che è orientale o di un pianeta inferiore che è occidentale.

G. Albano: “Trattato di astrologia oraria tradizionale”, pp. 280-282

Ed ora passiamo all’analisi della carta del giuramento:

sidebar_magia
sidebar_ficino
sidebar_dimore

sidebar_finanziaria
sidebar_iside
cartina_1466590988206

Secondo Guido Bonatti dobbiamo innanzitutto verificare se il Sole si applica a Marte o a Saturno e l’esatto grado in cui si perfeziona l’aspetto (quadrato o opposizione) o la congiunzione: il governo cadrà quando il Sole giungerà alla congiunzione, quadrato o opposizione con questo grado; ciò non significa che il governo cadrà sempre al primo di questi transiti, ma soltanto che la sua caduta avverrà in concomitanza con uno di essi, e le probabilità sono molto maggiori quando il Sole transita in una casa angolare, in particolare la prima o la decima”.
In questo caso il Sole gira a vuoto nel segno in cui si trova, ma il primo aspetto che perfezionerà nel segno successivo sarà proprio un quadrato con Marte. Era questo l’aspetto che nella carta del giuramento annunciava la caduta anticipata del Governo. E infatti il fatidico discorso di Alfano alla Camera è avvenuto quando il Sole è giunto alla congiunzione celeste con Marte antiscia. Inoltre Marte transitava per antiscia sul signore dell’Ac radix (Mercurio).
Si noti anche che il Sole governa il Fc, quindi rappresenta anche “la fine delle cose”: in questo caso l’applicazione a Marte indica la fine anticipata del Governo.

“Le probabilità sono maggiori quando il Sole transita in una casa angolare”: il Sole, infatti, transitava nella settima casa.
“Se il Sole si applica a Venere i periodi a rischio sono quelli in cui Saturno o Marte transitano su Venere per congiunzione, quadrato o opposizione”: quando Monti ha annunciato le dimissioni Marte transitava per antiscia sul signore dell’Ac (Mercurio, che nella carta del giuramento è anche congiunto a Venere). Questi transiti per antiscia si spiegano facilmente se consideriamo che Monti non si è ancora dimesso, ma ha soltanto annunciato le dimissioni. L’antiscia, infatti, è anche etimologicamente legata ad un concetto di “ombra”.
“Se si tratta di una carta notturna il luminare del tempo è la Luna, e quindi è a questa che bisogna guardare”. La cosa va inteso cum grano salis, perché ovviamente il Sole, essendo un significatore naturale dei governanti, non può in nessun caso essere sostituito dalla Luna, la quale comunque dev’essere considerata con particolare attenzione nel caso di carte notturne come questa. E qui la Luna sta uscendo dal suo domicilio e dalla mutua ricezione con Giove, e il primo aspetto che formerà nel segno successivo sarà proprio un quadrato al retrogrado e cadente Giove. L’applicazione ad un pianeta cadente e retrogrado conferma la fine anticipata, così come il fatto stesso che la Luna sta per uscire dal suo domicilio (e quindi sta per peggiorare la sua condizione) applicandosi per aspetto disarmonico proprio al pianeta con cui prima era in mutua ricezione, e che quindi evidentemente rappresenta qui una parte delle forze politiche che all’inizio avevano sostenuto Monti. Ne abbiamo la conferma se consideriamo che Marte (che come abbiamo visto è il pianeta che nella carta del giuramento indica la caduta anticipata) si applica al trigono partile-applicativo con Giove, e che ciascuno è nell’esilio dell’altro…il trigono indica alla perfezione il fatto che Giove-PDL non ha tolto la fiducia, ma ha semplicemente evitato di votarla; il reciproco esilio indica che comunque gli effetti sono stati gli stessi.
“Se vi è la concreta possibilità che il governo cada entro un anno dal suo insediamento e volete sapere quando ciò accadrà, considerate quando Marte o Saturno raggiungono per congiunzione, quadrato o opposizione il luogo in cui avviene la combustione, oppure trasformate in un tempo simbolico il numero di gradi che mancano al pianeta per entrare nella combustione, che come sappiamo inizia a 8°30’ di distanza dal Sole”. Se consideriamo le effemeridi del novembre e dicembre 2011, notiamo che Mercurio (signore dell’Ac) diventerà combusto quando il Sole giungerà a 8 Sagittario circa, quindi al Sole mancano circa 14° da percorrere (se trasformiamo in mesi otteniamo più o meno la durata del Governo, caduto 13-14 mesi dopo il giuramento).
Il quadrato Sole-Marte si è perfezionato il 2 dicembre 2011 a 9° Sagittario-Vergine: al Sole, quindi mancavano circa 14° per perfezionarlo.
Non ho considerato la carta di RS, in quanto in ogni caso il Governo sarebbe caduto nel periodo da essa coperto. È comunque interessante notare che l’Ac di RS cade nella quarta casa (“la fine delle cose”).

Per tutte queste tecniche v. G. Albano: “Trattato di Astrologia Oraria tradizionale”, ediz. Lulu e Youcanprint 2012.


 

CONTATTI spica3213@gmail.com

 

 

 

Per ricevere informazioni su nuove pubblicazioni, corsi, convegni e altro, iscrivetevi alla neswletter

Create a website