Astrologia Previsionale - Astrologia oraria, elettiva, classica e Magia Astrologica

   STELLE FISSE E COSTELLAZIONI IN ASTROLOGIA ELETTIVA

    (UN MIO ARTICOLO PUBBLICATO SUL N. 225 DELLA RIVISTA "SESTILE")

Tutti i libri possono essere acquistati qui con lo sconto del 25% oppure su Amazon e gli altri rivenditori on-line

Qual è il vero segreto di una carta elettiva di successo? In verità esso non consiste soltanto nella bontà della configurazioni celesti astrattamente considerate, ma anche e soprattutto nella loro congruenza con la situazione celeste sulla quale devono agire. Uno stesso fattore astrologico, infatti, può agire con forza su un certo evento terrestre (nel bene o nel male) e contemporaneamente agire molto più debolmente su un altro che abbia una scarsa corrispondenza con esso. Se per esempio dobbiamo costituire un’impresa agricola, l’enfasi sui segni di Terra farà in modo che la nostra carta elettiva produrrà effetti più forti e questa corrispondenza tra Cielo e Terra farà in modo che le eventuali configurazioni positive si facciano sentire con maggior evidenza nei nostri affari. Ma se questa stessa carta venisse usata per un’impresa di telecomunicazioni, probabilmente quelle stesse configurazioni entrerebbero meno in sintonia con la nostra iniziativa (la quale ha più affinità con i segni d’Aria), e quindi l’eventuale bene astrattamente promesso da esse si farebbe sentire con molta minor forza.

Ecco perché l’astrologia elettiva è un’arte sottile: prima ancora di creare una carta con buoni aspetti, l’astrologo dovrebbe stare attento a creare queste corrispondenze tra il tipo di iniziativa e le configurazioni planetarie[1].

In questa sede voglio esaminare la particolare applicazione di questo principio alle costellazioni e alle Stelle Fisse.

Queste ultime in realtà sono rilevanti soltanto per le iniziative di una certa rilevanza e di lungo termine, quindi se si tratta di scegliere il momento migliore per fare una telefonata o andare a fare shopping possiamo tranquillamente trascurarle. Ma nelle imprese più importanti esse possono avere un’importanza decisiva, conferendo ad esse quel tocco di grandezza che le rende “epocali”. Sappiamo infatti che secondo la cosmologia aristotelica sopra le sette sfere delle “stelle erranti” vi è l’Ottava Sfera, il Cielo delle Stelle Fisse. Quanto maggiore è la distanza dalla Terra materiale di ciascuna sfera, tanto più potere essa possiede, in quanto gerarchicamente sovraordinata.

Le immagini scolpite nel cielo delle costellazioni possono essere viste come la forme o archetipi di tutte le cose che esistono sulla Terra, quindi la corrispondenza tra le iniziative terrestri e le immagini che ne rappresentano lo “stampino” celeste non può non avere la sua rilevanza anche in astrologia elettiva.

Le Stelle Fisse possono esercitare il loro potere soprattutto se sorgono o culminano al momento della nascita di qualcuno o di qualcosa (e ancor più se nel contempo vi è anche un pianeta che sorge o si trova in uno degli altri angoli del cielo), ma anche se una o più di esse sono strettamente congiunte a un pianeta importante.

Inoltre anche tra le Stelle Fisse c'è una gerarchia, in base alla quale le stelle più luminose (le cosiddette “brillanti”) hanno ovviamente un potere maggiore delle altre.

Per quanto concerne l’uso elettivo delle Stelle Fisse, vale lo stesso principio in base al quale i loro effetti saranno più forti e significativi se la loro natura corrisponde al tipo di impresa terrestre che esse tengono a battesimo. Per esempio la Chioma di Berenice potrebbe avere un ruolo importante in un’elezione relativa all’inizio dell’attività di un parrucchiere; Alphecca (Corona Boreale) per una cerimonia di incoronazione o per attività artistiche e poetiche (ha natura Venere-Mercurio), la costellazione di Orione per la caccia, i Pesci per la pesca, ecc…E visto che l’argomento è di una certa attualità, possiamo aggiungere che se i servizi segreti di qualche nazione intendessero avvelenare qualcuno, potrebbero agire sotto le costellazioni tradizionalmente legate a droghe e veleni, come lo Scorpione, l’Ofiuco, l’Idra e il Serpente. Per gli stessi motivi una stella come Polluce (che ha la natura di Marte e che tradizionalmente è considerata pericolosa) potrebbe in realtà avere ottimi effetti per un pugile o per un cultore di arti marziali, se ben usata in un’elezione che riguarda queste cose.

A questo riguardo faccio notare che ciascuna stella e costellazione ha alcuni effetti “canonici” che sono legati alla sua natura planetaria, altri che invece sono desumibili per analogia con la relativa immagine celeste. Per esempio la natura Venere-Mercurio di Alphecca (stella brillante della Corona Boreale) la rende propizia alle attività artistiche e alla poesia, mentre la relativa immagine celeste (quella della corona, appunto) la rende influente anche sulle cose che riguardano i re. Non a caso molti astrologi hanno notato un chiaro legame tra questa stella e le vicende della famiglia reale inglese.

In tutto questo anche la mitologia associata alle costellazioni gioca un suo ruolo: per esempio Polluce era appunto un abile pugile e combattente, così come Orione era un cacciatore…

 

 

Esempio: il ruolo delle Stelle Fisse al momento della partenza di Cristoforo Colombo per il Nuovo Mondo

Si tratta della classica impresa “epocale”, nella quale dunque le Stelle Fisse dovrebbero giocare un ruolo importante, e in effetti così è stato. È facile infatti constatare che la sua eccezionalità non può essere giustificata soltanto dalle configurazioni planetarie: il ruolo più importante lo giocano proprio le Stelle Fisse, e in particolare quelle più importanti tradizionalmente associate alla navigazione e ai comandanti di navi.

Visto che il software di Astro.com non mi consente di domificare per Palos de la Frontera, ho domificato per Huelva, località a 13 km di distanza. Dal punto di vista dell’angolarità delle stelle non cambia nulla.

 

(VEDI CARTA IN FONDO ALL'ARTICOLO) 

 

Al momento della partenza stava per sorgere proprio la stella Canopus, la quale è l’alfa della costellazione della Nave di Argo[2]. Si noti che dal bacino del Mediterraneo questa stella, essendo australe, risulta per lo più non visibile (ma lo è per esempio da Lampedusa che è poco più a sud). Comunque alla latitudine da cui partì Colombo inizia a sfiorare l’orizzonte, e a mio avviso i significati simbolici delle stelle non possono venir meno del tutto soltanto perché una stella non è visibile da un certo luogo. Canopo è la seconda stella più luminosa del cielo dopo Sirio. Gli indù la chiamavano Agastya, che era timoniere di un figlio di Varuna, la dea delle acque. Arato la chiama “il timone”. Nella mitologia greca Canopo era il capo pilota della flotta di Menelao e non a caso l’omonima stella inclina ai viaggi, specialmente per mare, e alle scoperte di nuove vie nel campo dell’azione o del pensiero. .

Ma non basta, perché insieme a Canopo sorgeva anche Suhail al Muhlif (lambda della costellazione della Vela della Nave di Argo). L’equipaggio di Colombo viaggiava appunto a bordo di tre navi a vela. In arabo il nome della stella significa “la gloriosa stella del ciclo”. È anch’essa una stella australe, ma la sua osservazione è possibile anche dal nostro emisfero.

Sorgeva dunque l’immagine celeste della Nave di Argo, e questo proprio mentre al Mc culminava Menkalinan, stella situata nella spalla sinistra dell’Auriga. È evidente che anche l’immagine celeste dell’Auriga ha una stretta corrispondenza con il tipo di impresa terrestre che avveniva in quel momento, visto che l’auriga guidava appunto un mezzo di trasporto (in particolare la biga o un carro da guerra o da corsa).

Insieme ad essa culminavano anche due stelle della Cintura di Orione, costellazione che conferisce energia, forza, fortuna e capacità organizzative, ma anche prosperità nei commerci tramite viaggi per mare. E ad amplificare il tutto aggiungendo un tocco di gloria ci pensa Betelgeuse (stella anch’essa in culminazione), la quale fa gli audaci, i capi (anche militari), i valenti, gli energici e porta onori e ricchezza.

Il Disc rappresenta la meta del viaggio, quindi trovarvi una stella benefica come Deneb Adige (coda del Cigno, natura Mercurio-Venere) fa pensare a un esito felice, e anche a eventuali bottini di guerra. Nel suo libro sulle Stelle Fisse Bernadette Brady ci ricorda che il cigno è in realtà un animale molto aggressivo, pronto a dare battaglia a ogni altro uccello che invade il suo spazio. Nella costellazione del Cigno i cristiani hanno visto anche la forma di una croce, e infatti la costellazione è stata chiamata anche Croce del Nord, quindi la presenza della stella più luminosa della costellazione al Disc può anche suggerire che il cristianesimo fu portato con la forza alle popolazioni indigene.

Concludiamo questa analisi con un’osservazione relativa a Castore e Polluce. I due Gemelli erano anticamente invocati dai marinai per la protezione durante i viaggi per mare. Secondo il mito, infatti, Castore e Polluce salvarono i compagni da una tempesta durante il viaggio di ritorno dalla spedizione degli Argonauti. Proprio per questo diventarono protettori dei marinai, e più in generale erano considerati “soccorritori”. Questa fama è poi passata alle omonime stelle, anch’esse definite “soccorritrici”.

Ecco perché in questo caso molto significativa è anche la congiunzione Marte-Polluce, stella da sempre considerata molto favorevole ai viaggi per mare. Del resto del soccorso dei due Gemelli ebbero senz’altro bisogno anche l’ammiraglio genovese e il suo equipaggio, visto che durante la traversata non mancarono i momenti critici, tra i quali ricordiamo la rottura di un timone e un uragano che durò circa due giorni.

 

Se poi passiamo ad esaminare i pianeti, dobbiamo riconoscere che non basta certo la collocazione della Luna nel Sagittario (segno legato ai viaggi) o i suoi buoni aspetti applicativi con Saturno e con il Sole a giustificare la straordinaria importanza assunta dall’impresa di Colombo nella storia umana. Idem per la condizione del signore dell’Asc Mercurio, il quale aveva appena ripreso moto diretto dopo la fase retrograda, e quindi aveva molto lentissimo…non certo la condizione ideale per chi deve partire per un simile viaggio, nonostante il pianeta sia in sestile applicativo con Venere.

Dobbiamo quindi riconoscere che senza tener conto del ruolo decisivo giocato da una serie di costellazioni e stelle fisse particolarmente affini al tipo di impresa che si andava compiendo, è molto più difficile spiegare astrologicamente il successo dell’impresa di Colombo e la sua portata epocale.

L’astrologo può dunque trovare nelle stelle fisse un altro prezioso strumento per migliorare le sue elezioni, al quale potrà ricorrere specialmente quando è chiamato a battezzare le imprese di maggiore importanza e durata nel tempo, tenendo però presente che dovrà scegliere le stelle che per la loro natura planetaria o per l’immagine celeste della quale fanno parte si prestano meglio a descrivere e rispecchiare la situazione terrestre sulla quale si intende agire.

Dato il loro importante ruolo in astrologia elettiva, vi consiglio di segnarvi la longitudine e i gradi zodiacali con cui le stelle principali (le cosiddette “brillanti”) sorgono e culminano, così da poterle velocemente usare nelle elezioni di una certa importanza.

 


[1] Su questi argomenti v. anche ciò che ho scritto nell’articolo pubblicato nel numero autunnale del 2013 della rivista “Linguaggio astrale” dal titolo La simpatia universale e l’arte dell’astrologia elettiva.

[2] L’angolarità delle stelle fisse può essere facilmente verificata anche con l’uso di un software gratuito come quello di Astro.com. Dovete cliccare su “Carte speciali”, poi sulle voci “aspects/parans”, selezionando la magnitudine delle stelle che volete considerare. In tal modo aprirete un pdf che nella sua quarta pagina riporta le stelle che si trovano ai quattro angoli del cielo in un certo momento. Se poi volete avere in un solo libro una descrizione della natura ed effetti di ciascuna stella e costellazione, dei modi per usarle in astrologia e una serie di tavole e schemi che indicano i gradi con cui sorgono le varie stelle e costellazioni, nonché la longitudine, latitudine e declinazione di centinaia di stelle, troverete forse interessante un mio voluminoso libro di recente pubblicazione, dal titolo “Le immagini celesti. Costellazioni e stelle fisse in astrologia”, ediz. Youcanprint, 2017. 

L'INTERPRETAZIONETECNICHE PREVISIONALILEZIONI DI MAGIA ASTROLOGICAMAGIA VERDENUOVI SAGGIorariaelettivaorafinanzORARIA AVANZATA (2)macrocosmotarocchificinotarocchidimoremagia e teurgiafinanziariamondialepietreRAGGILIBRO DECANILIBRO STELLEbeheniane
SESTILE
Create a website