Astrologia Previsionale - Astrologia oraria, elettiva, classica e Magia Astrologica

Tutti i libri possono essere acquistati qui con lo sconto del 25% oppure su Amazon e gli altri rivenditori on-line

L'INTERPRETAZIONETECNICHE PREVISIONALILEZIONI DI MAGIA ASTROLOGICAMAGIA VERDENUOVI SAGGIorariaelettivaorafinanzORARIA AVANZATA (2)macrocosmotarocchificinotarocchidimoremagia e teurgiafinanziariamondialepietreRAGGILIBRO DECANILIBRO STELLEbeheniane

LA PROIBIZIONE IN ASTROLOGIA ORARIA

Articolo pubblicato nel numero della primavera 2018 della rivista "Linguaggio Astrale"

In questo articolo si spiega in che modo in una carta oraria gli effetti di un aspetto che sembra promettente possono essere proibiti da un altro aspetto che si perfeziona prima.

 

La tecnica di Abu Mash’ar

Accade spesso che il significatore del consultante (o la Luna) e il significatore della cosa richiesta si applicano a formare l’aspetto desiderato, ma prima che questo possa perfezionarsi l’uno o l’altro dei due pianeti perfeziona un altro aspetto, il quale alcune volte (non sempre) vale come proibizione nei confronti dell’aspetto desiderato. Questa proibizione può essere definitiva o anche solo temporanea, come vedremo.

Secondo gli autori più antichi, e in particolare Abu Mash’ar, la proibizione si verifica quando i due significatori che ci interessa unire si stanno applicando a perfezionare un aspetto, ma vi è un terzo pianeta che si trova più vicino al receptor, nel senso che dista da esso un numero di gradi inferiore rispetto al pulsans[1]. Quindi anche se l’aspetto tra i due significatori si perfeziona prima di questo secondo aspetto “estraneo”, il solo fatto che tra i due pianeti vi sia una distanza in gradi inferiore è sufficiente per proibire l’aspetto, almeno provvisoriamente, cioè fino a quando il pianeta che si interpone non si sia separato dall’aspetto con il significatore che fa da receptor. Esempio:

 

                        Sole 13 Gemelli - Marte 14 Gemelli  - Giove 16 Gemelli

 

Qui supponiamo che il Sole e Giove siano i due significatori che ci interessa connettere e che Marte sia il pianeta che si interpone, essendo a minor distanza da Giove. Questa proibizione cesserà solo quando Marte si sarà separato dalla congiunzione con Giove.

Sia Abu Mash’ar che Bonatti affermano poi che in caso di equidistanza in gradi dal receptor, una eventuale congiunzione prevale su un aspetto:

 

                          Luna 4 Acquario – Venere 4 Ariete – Marte 9 Ariete

 

 

 

Qui i due significatori sono la Luna e Marte. La distanza in gradi tra Venere e Marte è uguale a quella che c’è tra Venere e Marte, ma può ugualmente proibire, in quanto tra Venere e Marte vi è una congiunzione, la quale prevale sul sestile Luna-Marte.

Sta di fatto che questa forma di proibizione il più delle volte non è assoluta e definitiva, ma solo provvisoria, nel senso che l’evento non si verifica finchè l’aspetto proibente non si scioglie.

 

La tecnica prevalsa dal Rinascimento in poi

Ma in base all’esperienza fatta sul campo, quali sono le proibizioni veramente significative in astrologia oraria? Su questo punto non ci sono dubbi: a tal fine è molto meglio tener conto dell’aspetto che effettivamente si perfeziona per primo, e non della sola distanza in gradi dal receptor astrattamente considerata.

Del resto lo conferma anche l’evoluzione stessa dell’astrologia tradizionale: è infatti proprio

questa la tecnica che è prevalsa dal Rinascimento in poi.

Va anche detto che, come vedremo meglio tra un po’, per valutare la gravità di una proibizione è importante tener conto del ruolo spesso determinante delle ricezioni, della natura dei pianeti (Marte e Saturno non sono uguali a Venere e a Giove) e della casa in cui si trovano.

Comunque la tecnica di Abu Mash’ar a volte si rivela interessante a fini elettivi. Mi riferisco alle elezioni basate su una carta oraria, cioè a quelle che assumono una carta oraria eretta sull’argomento come radix su cui fondare la scelta del momento in cui agire. In questi casi può essere consigliabile aspettare fino a quando non si sia perfezionato l’aspetto che nella carta oraria sembra provvisoriamente proibire il raggiungimento dello scopo desiderato: a partire da quel momento, infatti, l’aspetto tra i significatori sarà più libero di manifestare i suoi effetti.

 

Vediamo dunque di concentrarci su ciò che realmente funziona ed è dunque più utile nella pratica oraria. Innanzitutto notiamo che al di là delle tradizionali classificazioni di scuola, dal punto di vista pratico l’aspetto che proibisce in realtà può intercorrere sia tra il receptor e un terzo pianeta, sia tra questo terzo pianeta e il pulsans, il quale in questo caso perfeziona l’aspetto con esso prima di poter perfezionare quello desiderato.

Mai dimenticare comunque che un aspetto di quadrato – e ancor più un’opposizione – ha più potere di proibire di un aspetto armonico, e che questo potere è ancor maggiore se si tratta di aspetto senza ricezione. In caso di di mutua ricezione, poi, di solito non si ha alcuna proibizione, visto che i due pianeti sono molto “amici”.

Come dicevo, l’esperienza dimostra che è rilevante anche e soprattutto una proibizione basata sull’effettivo perfezionamento di un altro aspetto prima di quello desiderato, e quindi non basata sull’orbita astrattamente considerata. Può quindi accadere anche che l’orbita dell’aspetto desiderato è più stretta di quella che separa uno dei due pianeti da un terzo pianeta che è il potenziale proibitore; ma poiché quest’ultimo è un pianeta più veloce, giunge comunque a perfezionare l’aspetto con uno dei due pianeti prima che questi possano perfezionare il loro aspetto.

Esempio: “Domani incontrerò la ragazza che mi piace se vado nel bar che lei frequenta?”: lui è Mercurio retrogrado a 26 Pesci, lei Venere a 24 Toro, e la Luna (che nella carta indicava la telefonata di un amico che lo convinse ad uscire con lui) è a 23 Gemelli: il sestile Mercurio-Venere indica che l’incontro sarebbe stato possibile…ma prima che il ragazzo uscisse di casa gli telefonò un amico che voleva incontrarlo subito, e così tutto andò a monte. La Luna, infatti, grazie alla sua velocità ha perfezionato il quadrato con Mercurio prima che quest’ultimo potesse perfezionare il suo sestile con Venere, nonostante l’orbita del quadrato Luna-Mercurio fosse più larga di quella del sestile Mercurio-Venere: la telefonata arrivò prima, e lui non fu in grado di dire di no all’amico.

 

Proibizioni “benefiche”

In alcuni casi la proibizione può anche essere di aiuto. Se per esempio il consultante ci interroga in merito a un rischio che sta per correre e l’aspetto o congiunzione con il pianeta indicante il rischio in questione è proibita da un altro pianeta, questo secondo aspetto potrebbe ben indicare qualcosa che ci salverà da quel pericolo, soprattutto se si tratta di aspetto armonico e se questo terzo pianeta è Venere o Giove. Esempio: “Questa malattia sarà per me mortale?”. Se prima del temuto aspetto con il signore dell’ottava casa (o magari di un’opposizione con Saturno) il significatore perfeziona un bel trigono con Giove o con Venere, il consultante si salverà dalla morte, la quale è appunto proibita da questo aspetto benefico che si interpone.

Idem se prima di entrare nella combustione il significatore incontra i raggi di Venere o di Giove: ci sarà qualcosa che lo salverà dal peggio.

 

Proibizioni definitive e temporanee

Ma come fare per capire se la proibizione è definitiva o soltanto temporanea? Ovviamente tutto dipende dal contesto. In ogni caso i fattori da considerare sono i seguenti: 1) la natura benefica o malefica del pianeta che proibisce, e più in generale la sua condizione: un aspetto di Marte o di Saturno ha maggiore capacità di proibire rispetto a uno di Venere o di Giove 2) le ricezioni: per esempio un quadrato senza ricezione è una proibizione più grave di un quadrato con ricezione 3) il tipo di aspetto: gli aspetti disarmonici hanno più potere di proibire di quelli armonici, e questo vale soprattutto per l’opposizione, la quale è quasi sempre insuperabile, soprattutto se si tratta di questione “effimera”, tale cioè che per sua stessa natura deve esaurirsi in un breve arco di tempo (per esempio: “mi chiamerà oggi?”, “vincerò la scommessa?”) 4) le case in cui si trovano i pianeti: la sesta e la dodicesima casa sono sia cadenti che malefiche negli effetti, quindi i significatori posti in queste case è più difficile che abbiano la forza di superare una proibizione. Idem se il pulsans prima di perfezionare l’aspetto desiderato si applica a un pianeta posto in sesta o dodicesima casa: la collocazione del terzo pianeta in queste case rende più probabile che la faccenda si areni e che dunque l’aspetto rilevi come una vera e propria proibizione che impedirà al pulsans di portare a termina la cosa.

 

Abbiamo accennato a una distinzione tra domande effimere e domande relative a questioni che possono anche compiersi in un periodo di tempo più lungo. Ho più volte notato che in quest’ultimo caso le proibizioni sono spesso solo temporanee: se infatti il pulsans incontra una potenziale proibizione ma subito dopo perfeziona l’aspetto desiderato, ci potranno essere ostacoli e problemi, ma è possibile che alla fine, sia pure con tempi più lunghi e maggiori difficoltà, la cosa potrà essere ottenuta.

È proprio in questi casi che conviene in sede elettiva aspettare il perfezionamento degli aspetti proibitivi per passare all’azione. Supponiamo che la domanda sia: “Riuscirò ad ottenere il pagamento di questo mio credito?”, che l’aspetto desiderato sia tra Mercurio e Giove, e che Mercurio si opponga a Saturno prima si perfezionare il trigono con Giove. L’opposizione è il peggiore degli aspetti e Saturno non è un pianeta buono, quindi si tratta di una proibizione seria. Sicuramente il consultante dovrà mettere in conto notevoli problemi e ritardi, e tuttavia la riscossione di un credito è una faccenda che può protrarsi anche per anni, quindi non è detto che la proibizione sia definitiva, mentre sicuramente lo sarebbe se la domanda fosse: “La sentirò oggi al telefono?”, oppure “Vincerò oggi al totocalcio?” (domande che per loro stessa natura devono esaurire i loro effetti in un brevissimo arco di tempo).

Va anche detto che le orbite hanno anch’esse la loro importanza, quindi nell’esempio fatto un conto è avere un trigono Mercurio-Giove che si perfeziona molti gradi dopo dell’opposizione a Saturno, altro conto è avere un aspetto che si perfeziona immediatamente dopo, per esempio a solo 1° di distanza, o addirittura a pochi minuti d’arco. In quest’ultimo caso i problemi potranno essere risolti più facilmente e in più breve tempo.

Inoltre abbiamo visto che un altro tipico caso di proibizione solo temporanea è quella illustrata dagli autori più antichi e indicata all’inizio di questo articolo, la quale si verifica nei casi in cui l’aspetto del terzo pianeta ha un’orbita più stretta ma si perfeziona solo dopo il perfezionamento di quello desiderato.

In questi casi di proibizione solo temporanea, come abbiamo accennato, spesso l’evento accade quando essa viene a cessare per transito. Per esempio in una carta la proibizione era indicata da Saturno, in quanto Venere (signora dell’Asc) gli si opponeva prima di formare l’aspetto desiderato. Venere era a 28°16’ Ariete, Saturno era a 28°57’ Bilancia ed aveva moto retrogrado: ebbene, l’evento accadde quando Saturno giunse per transito a 28° Bilancia, separandosi così dall’opposizione alla Venere della carta oraria. In altri casi il superamento della proibizione potrebbe avvenire quando è il pianeta più veloce a superare l’altro, ma nel contesto della domanda la cosa non aveva senso, in quanto era escluso che l’evento potesse accadere prima di una settimana.

Infine va detto che in alcuni casi l’aspetto di un terzo pianeta (specialmente se si tratta di un aspetto armonico) può indicare anche soltanto un accadimento intermedio (e quindi non rilevare come una vera e propria proibizione).

 

Esempi

Abbiamo visto che la proibizione è più grave se il pianeta che si interpone prima dell’aspetto desiderato è nella sesta o dodicesima casa e/o nell’esilio o caduta del pianeta con il quale si desidera entrare in contatto. Ancor peggio, poi, se l’uno è nell’esilio o caduta dell’altro (inreceptio).

Ecco un esempio:

 

[1] Ricordiamo che il pulsans è il più veloce dei due pianeti che si applicano a formare un aspetto, mentre l’altro era detto receptor.

Una ragazza aveva promesso al consultante che sarebbe passata da casa sua il giorno dopo, e il consultante voleva sapere se avrebbe mantenuto la promessa.

Marte-consultante è nella sfortunata sesta casa e la congiunzione con Mercurio è irrilevante, in quanto signora del Disc è Venere. La Luna si applica al sestile con Venere, ma prima perfeziona un quadrato con il Sole, il quale si trova – ahimè – nella caduta di Venere. Questo quadrato ha avuto la forza di proibire sia perché il terzo pianeta (il Sole) è nella caduta di Venere, sia perché è anch’esso nella cadente e sfortunata sesta casa. Senza contare il fatto che pochi minuti d’arco dopo aver perfezionato il sestile con Venere, la Luna perfeziona un’opposizione con Saturno: nessun incontro, infatti. Questi aspetti malefici che si perfezionano subito dopo quello desiderato spesso compromettono in tutto o in parte il compimento della cosa, per esempio causando la perdita di ciò che sembrava ormai acquisito. Una sorta di proibizione successiva, insomma.

verrtrovarmi

Ed ecco un altro esempio: “Vinco se compro un Gratta e Vinci?”. 

Poiché il Gratta e Vinci è più simile ad una lotteria che ad una scommessa vera e propria, l’eventuale vittoria è rappresenta dall’undicesima casa. Il signore dell’undicesima Mercurio gira a vuoto, e la Luna si applica al trigono di Mercurio, ma prima si opporrà a Venere e farà un sestile con Saturno. …L’opposizione con Venere (che si trova sulla cuspide dell’undicesima casa), per giunta senza ricezione, è una chiara proibizione. Il consultante, infatti, giocò lo stesso, ma non vinse. Va aggiunto che in queste carte relative a questioni di brevissimo periodo anche un aspetto intermedio molto meno preoccupante di un’opposizione senza ricezione può proibire. Quindi anche solo quel sestile con Saturno che si perfeziona prima dell’aspetto desiderato potrebbe rappresentare una proibizione nei confronti di un evento come questo, cosa che invece il più delle volte non accadrebbe in domande relative a questioni di più lungo periodo.

 

 

BIBLIOGRAFIA

Albano, Giacomo: Trattato di astrologia oraria tradizionale, Youcanprint, 2012

Bonatti, Guido: Trattati 1-3 del Liber Astronomiae tradotti da Ben Dykes con il titolo “Bonatti on basic astrology”, Cazimi Press, 2010

Dykes, Benjamin: Introductions to traditional astrology, Cazimi Press, 2012

Lilly, William: Christian Astrology

 

verrtrovarmi
L'INTERPRETAZIONETECNICHE PREVISIONALILEZIONI DI MAGIA ASTROLOGICAMAGIA VERDENUOVI SAGGIorariaelettivaorafinanzORARIA AVANZATA (2)macrocosmotarocchificinotarocchidimoremagia e teurgiafinanziariamondialepietreRAGGILIBRO DECANILIBRO STELLEbeheniane

Tutti i libri possono essere acquistati qui con lo sconto del 25% oppure su Amazon e gli altri rivenditori on-line

Per ricevere informazioni su nuove pubblicazioni, corsi, articoli, convegni ecc, iscrivetevi alla newsletter

Web agency - Creazione siti web Catania